RobertaMigliori.it | Comunicazione Interna e Web Marketing

Ciao, sono Roberta Migliori e questo è il mio blog sulla Comunicazione Interna e sul Marketing Digitale. Mettiti comodo, ti offro un caffè!


Benvenuto! Mi chiamo Roberta e sono una giovane e felice consulente di comunicazione social media specialist. Grazie per essere passato a farmi visita sul mio sito! Se ti va di sapere chi sono e come sono fatta, puoi visitare questa pagina.
Da quando sono nata ho continuato a marciare, senza fermarmi mai. Se sei curioso di sapere come sono arrivata fino a qui e cos'ho combinato fino adesso, perché non scarichi il mio CV?

In fondo al curriculum troverai un regalino per te.

Ora che mi sono presentata, che ne dici di fare due chiacchiere e di raccontarmi cosa posso fare per te? Seguimi, ti mostro come contattarmi.
RobertaMigliori.it | Comunicazione Interna e Web Marketing

Ciao, sono Roberta Migliori e questo è il mio blog sulla Comunicazione Interna e sul Marketing Digitale. Mettiti comodo, ti offro un caffè!


maggio 26, 2015

Little Red Book: come Facebook comunica ai dipendenti

Little Red Book: come Facebook comunica ai dipendenti

Trovare esempi di comunicazione interna è molto più difficile di quel che si possa pensare: per questo non mi faccio scappare l’occasione per parlarti del Facebook Little Red Book, un progetto di comunicazione interna avviato dal più grande social network del mondo. Mica pizza e fichi.

Facebook è un’azienda enorme, composta da migliaia e migliaia di dipendenti. Assicurarsi che più di 9.000 persone marcino nella stessa direzione e che condividano gli stessi valori è tutt’altro che semplice. Qualche giorno fa mi sono imbattuta nel sito di Ben Barry: Ben è un designer che si è inventato il Facebook Analog Research Lab, un laboratorio creativo rigorosamente analogico situato nel cuore della rivoluzione digitale. Ben nel 2012 si rese conto di quanto l’azienda stesse crescendo: era necessario un modo semplice e immediato per allineare i nuovi dipendenti alla filosofia di Facebook, garantendo la continuità nel tempo (e l’uniformità nello spazio) dell’identità aziendale.

Ben scrive:

As the company of Facebook grew, we faced a lot of challenges. One of them was explaining our company’s mission, history, and culture to new employees. Over the years, a lot of formative company discussions and debates had happened in Facebook Groups, over email, or in person. Those who had been present at the time had context, but for new employees that information was difficult to find, even if you knew what you were looking for. We wanted to try to package a lot of those stories and ideas in one place to give to all employees.

Queste riflessioni hanno condotto Ben a inventarsi il Facebook Little Red Book, un piccolo libricino destinato solo ed esclusivamente ai dipendenti: in poche pagine vengono condivisi gli episodi, le idee, i valori preziosissimi che hanno permesso a Facebook di diventare il colosso che è oggi. Si tratta di un’idea apparentemente semplice, ma in grado di raccogliere in poche pagine una ricchezza inestimabile: la cultura interna di una delle aziende che stanno cambiando il mondo.

Fra le poche immagini disponibili del libricino, ce ne sono alcune che mi hanno colpita particolarmente.

1. La mission

facebook little red book

fonte: officeofbenbarry.com

facebook little red book

fonte: officeofbenbarry.com

Il Little Red Book esordisce così: “Facebook, in origine, non è stata creata per essere un’azienda. È stata costruita per portare a termine una missione sociale: rendere il mondo più aperto e più connesso.”

Basta questa frase per comunicare al neoassunto la mission aziendale: “Non sei qui per lavorare. Non sei qui solo perché sei uno smanettone. No. Noi ti abbiamo scelto per cambiare il mondo grazie alla tecnologia”. Diciamocelo, sono poche le aziende che possono vantare una mission tanto meravigliosa senza sembrare altisonanti e ridicole, e Facebook è fra queste. Non so tu, ma io mi gaserei come l’acqua Guizza a sentire di far parte di un progetto così.

2. Il valore epico della velocità

facebook little red book

fonte: officeofbenbarry.com

Il Little Red Book recita: “Veloce è meglio di Lento. Mentre la Lentezza rimane chiusa in casa aggiungendo abbellimenti non necessari, la Velocità è la fuori nel mondo. E questo significa che solo la Velocità può imparare dall’esperienza, mentre la Lentezza può solo teorizzare. Chi parte più rapidamente, migliora più rapidamente. Non solo la Velocità è colei che vince la gara, ma parte anche in vantaggio per la prossima corsa”.

Se ho scritto valore epico c’è un perché: il tono di queste pagine è maestoso, la Velocità e la Lentezza sono quasi personificate. Se sei un umanista come me o se sei appassionato d’arte, probabilmente quest’elogio alla velocità ti ha ricordato qualcosa: il Futurismo. Marinetti, uno dei fondatori del movimento futurista, recitava:

La morale futurista difenderà l’uomo dalla decomposizione determinata dalla lentezza, dal ricordo, dall’analisi, dal riposo e dall’abitudine. L’energia umana centuplicata dalla velocità dominerà il Tempo e lo Spazio.

Ma il movimento futurista aveva un problema: il mondo non era pronto, cent’anni fa, ad affrontare la velocità, i ritmi accelerati, la nuova concezione del tempo. Oggi nell’azienda di Zuckerberg si sa che la velocità, nel nostro tempo, è prerequisito per sopravvivere: e perché Facebook vada veloce e “vinca la corsa”, sono le persone che lavorano in Facebook a dover abbracciare il valore della rapidità.

3. Uno sguardo agli utenti

facebook little red book

fonte: officeofbenbarry.com

“Le persone non usano Facebook perché amano Facebook. Le persone usano Facebook perché amano i propri amici”: questa frase dovrebbe essere ben stampata non solo nella testa di chi lavora per il social network, ma anche nella mente di tutte quelle aziende che intendono comunicare con i propri clienti tramite i canali digitali.

Queste sono le pagine che più mi hanno colpita, ma sul sito di Ben Barry puoi trovare tante altre parti del Little Red Book. Anche se l’unico modo per scoprire l’intero contenuto del libricino è… lavorare in Facebook!

Mi raccomando, fammi sapere le tue impressioni lasciandomi un commento. Ci leggiamo presto!

Shares

Roberta Migliori

Ciao! Sono Roberta Migliori, consulente di comunicazione e social media specialist in Wingage, società del gruppo GSO Company. Mi occupo principalmente di comunicazione interna e di formazione. Mi piace studiare (forse non sono normale), mangiare la pizza, e PERSINO lavorare.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle Plus

Comunicazione interna # ,
Share: / / /

Ti potrebbero piacere questi articoli

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...
Stay In Touch
Shares