RobertaMigliori.it | Comunicazione Interna e Web Marketing

Ciao, sono Roberta Migliori e questo è il mio blog sulla Comunicazione Interna e sul Marketing Digitale. Mettiti comodo, ti offro un caffè!


Benvenuto! Mi chiamo Roberta e sono una giovane e felice consulente di comunicazione social media specialist. Grazie per essere passato a farmi visita sul mio sito! Se ti va di sapere chi sono e come sono fatta, puoi visitare questa pagina.
Da quando sono nata ho continuato a marciare, senza fermarmi mai. Se sei curioso di sapere come sono arrivata fino a qui e cos'ho combinato fino adesso, perché non scarichi il mio CV?

In fondo al curriculum troverai un regalino per te.

Ora che mi sono presentata, che ne dici di fare due chiacchiere e di raccontarmi cosa posso fare per te? Seguimi, ti mostro come contattarmi.
RobertaMigliori.it | Comunicazione Interna e Web Marketing

Ciao, sono Roberta Migliori e questo è il mio blog sulla Comunicazione Interna e sul Marketing Digitale. Mettiti comodo, ti offro un caffè!


luglio 17, 2015

Personal branding per neolaureati: un metodo in 4 passi

Personal branding per neolaureati: un metodo in 4 passi

Questa settimana sono stata invitata a parlare a Palestra delle Professioni Digitali, un corso per neolaureati che vogliono intraprendere un percorso di carriera in questo campo. Sarò sincera: ero un po’ preoccupata perché avevo di fronte una piccola platea di coetanei. Non sapevo come l’avrebbero presa, o meglio, come mi avrebbero presa (tipo a pomodori, a uova, a ombrellate, mah…)

Dopo qualche riflessione sul taglio da dare al mio intervento, ho deciso di parlare di networking, personal branding e di dare qualche consiglio sull’uso dei social in fase di avviamento professionale. Sì, perché se c’è una cosa su cui ho maturato una certa esperienza è proprio questa. Prepararmi per il breve speech è stata una bella occasione per formalizzare il metodo che mi sta dando risultati così soddisfacenti. Oggi lo condivido con te 🙂

1. Ascolta attentamente e stai a osservare

Come in ogni strategia di presenza sul web, anche il personal branding comincia con l’ascolto. Credo che questa fase sia in assoluto la più importante quando si muovono i primi passi in un settore come il nostro.

Ma cosa vuol dire ascoltare? Ti riassumo in quattro punti i vantaggi dati dall’ascolto.

  • Ascoltare significa innanzitutto seguire le conversazioni che avvengono all’interno dei gruppi professionali. Io, per esempio, ho imparato molto osservando la community delle #socialgnock su Facebook, per poi aprirmi a nuovi gruppi. Un consiglio: comincia con diverse piattaforme. Con il tempo troverai quella che più si addice alla tua personalità e alle tue abitudini.
  • Ascoltare significa comprendere i linguaggi che caratterizzano la comunicazione digitale. È solo osservando, per esempio che ho capito di potermi permettere di essere informale, dell’importanza di dare del tu al lettore, di far percepire le mie caratteristiche personali al di là delle mie competenze professionali.
  • L’ascolto ti permette di fare una scrematura dei professionisti che ritieni più validi nel tuo settore. Se osserverai attentamente l’ambiente in cui ti muovi, individuerai sempre più a colpo d’occhio chi è affidabile e chi non lo è. Io, per esempio, ho identificato le persone che possono arricchirmi personalmente e professionalmente. Si tratta di professionisti che ammiro, e che rappresentano elementi preziosi nella mia rete di contatti. Dato che nella vita mi occupo principalmente di digitale da un punto di vista di comunicazione interna, ho prestato meno attenzione a chi si occupa di temi tecnici come la SEO o l’advertising. Ho preferito dare priorità ai professionisti che trattano temi come personal branding, visual storytelling, copywriting, blogging e così via: tutti argomenti che si applicano perfettamente anche all’interno della organizzazioni. Comincia oggi a costruirti la tua rete e a imparare da chi ne sa più di te.
  • Come se non bastasse, ascoltare ha un altro enorme vantaggio: ti permette di evitare di prendere fregature quando si tratta di formazione. Grazie al passaparola e all’identificazione dei professionisti più validi, potrai stare tranquillo nelle tue scelte formative. Più volte ho comprato a scatola chiusa corsi online (per esempio quelli di Studio Samo o di GT Masterclub) o corsi in aula (come quelli di Pennamontata o di UpgradeMe), senza mai pentirmene.

2. Comincia gradualmente a interagire (con chi se lo merita)

Sul web non bisogna essere timidi, ma è necessario essere prudenti. Frequentando i gruppi professionali, ti accorgerai molto presto di quanto è diffusa una pessima abitudine: la derisione di chi ne sa meno. Chi fa domande ingenue o apparentemente banali molto spesso viene additato come improvvisatore, o viene addirittura accusato di rubare il lavoro a professionisti affermati.

Invece che esercitare il sacrosanto “diritto di rimanere in silenzio”, molti Jerry Polemica approfittano dell’inesperienza altrui per palesare la propria saccenza.

Ogni volta che vedi un comportamento di questo tipo, non farti minimamente impressionare. Chi ha veramente fatto carriera nel campo del digitale sa che non soltanto la derisione degli altri è completamente inutile, ma capisce che si tratta di un atteggiamento dannoso nei confronti del proprio personal branding.

Per te ho due consigli operativi:

  • Se puoi trovare facilmente la risposta alla tua domanda su Google, è meglio che tu chieda a Google.
  • Ricordi i professionisti che hai individuato in fase di ascolto? Commenta i loro post. Entra in contatto con loro. Dai la tua opinione. Questo è il primo passo per farti notare.

3. Trova il tuo equilibrio

La tua rete di contatti si sta formando. Hai imparato ad ascoltare, hai capito da chi vuoi farti notare, hai iniziato a conversare. Stai sicuro che presto arriverà una questione cruciale: quanto e cosa dire di te. Non puoi parlare sempre di lavoro, non puoi essere sempre serio e impeccabile: persino il più importante degli influencer si annoierebbe.

È fondamentale che tu individui il tone of voice che vuoi dare al tuo brand e quali caratteristiche della tua persona vuoi trasmettere. Strumenti come il personal branding canvas ti potrebbero essere molto utili quando ti troverai a fare questa scelta.

Io per esempio ho deciso di veicolare energia e ottimismo, caratteristiche che sento mie. Il mio brand, quindi, è arancione, un colore che trasmette bene queste sensazioni.

Un ultimo consiglio: mano a mano che espandi la tua rete, crea sin da subito delle liste di contatti. Molti social ormai lo permettono, e in questo modo sarà molto più semplice per te gestire i tuoi contenuti e avere il controllo su chi potrà vedere i tuoi post. Io non l’ho fatto e me ne sono pentita.

4. Quando te la senti, esci allo scoperto

Se vuoi veramente spiccare il volo, distinguerti da altri candidati e farti notare, prima o poi ti toccherà cominciare a produrre i tuoi contenuti. Starà a te capire quando sarai pronto: anche io, per la consapevolezza di saperne ancora troppo poco, ho rimandato di un anno l’apertura del blog che stai leggendo. L’entusiasmo mi spingeva a scrivere, ma avevo bisogno di studiare ancora, di fare esperienza, di fare dei test, di vivere la rete. Ho approfittato di quest’anno per costruire il mio network prima ancora di avere un blog. Potrebbe essere una strada anche per te.

Anche quando produrrai i tuoi contenuti, infine, ricorda di non smettere mai di condividere i post altrui e di tenerti ben stretti i contatti che tanto faticosamente hai guadagnato. La generosità farà bene sia alla tua persona, sia alla tua professione.

In questo post ho cercato di riassumere per te un metodo che oggi mi sta dando molte soddisfazioni. Ma questa non è l’unica via: hai altri segreti che ho dimenticato per un networking efficace?

Shares

Roberta Migliori

Ciao! Sono Roberta Migliori, consulente di comunicazione e social media specialist in Wingage, società del gruppo GSO Company. Mi occupo principalmente di comunicazione interna e di formazione. Mi piace studiare (forse non sono normale), mangiare la pizza, e PERSINO lavorare.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle Plus

Cultura digitale #
Share: / / /

Ti potrebbero piacere questi articoli

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...
Stay In Touch
Shares